Maria Sharapova Is Back To One Hundred Percent, Completely Ready To Get Her Grunt On

sharapovax-large

Praise be to the tennis gods. Maria Sharapova believes that she is “a hundred per cent” and totally recovered from her surgically-repaired right shoulder and now is ready to kick ass and take names after a lackluster showing at Wimbledon.

Speaking at a World Team Tennis match for the Newport Beach Breakers in a match against the Kansas City team, where she won all three matches she played in, Sharapova now sets her sights on the U.S. Open, which begins August 31st.

“I mean, if I wasn’t at that point, I certainly wouldn’t be playing. That’s why I took my time and gave myself a chance to really go out there and to feel like I didn’t have any excuses.

“By no means was it easy. Definitely I had ups and downs,” she said. “I had days where I had to push myself more than I’ve ever had to mentally than physically.

“It all pays off. Obviously, just getting to be able to play tennis again is an achievement in itself. Now it’s about preparing myself, forgetting about what I went through, getting back into the form where I was – and even better.”

This is certainly good news for all tennis fans or internet perverts as well as internet perverts who happen to be tennis fans as well. And at the ripe old age of 22 (that’s like 50 in tennis years it seems), Sharapova is primed and ready to take back the number one ranking.

“At 22, you consider you’ve been playing on the Pro Tour that many years, (a comeback’s) definitely not a surprise,” she said. “It is a little surprising to see so many girls kind of coming out of the woodwork, and they’re so many years younger than you.

“You’re like, ‘Where did the time go?’

Indeed, Maria. Indeed. At least when she hits 25 and is washed up as far as competitive tennis is concerned, she will aways be able to fall back on a career as a model/socialite, as evidenced below.

maria-sharapova3

maria_sharapova6

maria_sharapova4

maria_sharapova2

maria-sharapova5

maria_sharapova

Yeah, she’ll be fine.

You know, in light of everything that’s been going on lately, I’m not sure whether I should feel guilty or not for choosing to post photos of Maria Sharapova. It’s a tough call and as Punte pondered in a post over on With Leather, are we even making jokes about that yet?

Sharapova says she is 100 per cent ready to return to tennis competition [Yahoo!/The Canadian Press]
TEBOW STILL HAS HIS V-CARD [With Leather]

Use your ← → (arrow) keys to browse

10 Comments

  1. bodydetoxdiet

    August 4, 2009 at 1:46 am

    Maria Sharapova is the sexiest and most beautiful athlete i have ever seen.

  2. Jamz

    September 1, 2009 at 9:33 pm

    Maria Sharapova is the prettiest Tennis Player i know. She has a very good looking body too.

  3. Karen

    October 22, 2009 at 1:00 pm

    Maria Sharapova is a great tennis player and she is very beautiful too. i sort of envy her.

  4. Hiro

    January 10, 2010 at 6:07 am

    Maria Sharapova has a body that is to die for. Her face is so pretty and i wish to have a wife like her.

  5. Jackie

    February 12, 2010 at 1:41 am

    i am very attracted to broad shouldered women with athletic bodies like Maria Sharapova. wowwwweeee!!

  6. v.s.gaudio

    March 2, 2010 at 10:54 am

    tutto ciò che le mani toccano
    con un’audacia senza la brina e il baccano
    del glossario tra peli e cielo
    dove ora per una volta sola al mondo
    tutto ciò che aveva di pesca
    un po’ soffice e di panna di Normandia
    accanto agli occhi con le onde dell’acqua
    un po’ all’estremità non solo sulla linea
    di questo galleggiamento così basso e morbido
    dove il pesco considerato come
    una pêche à quinte sous quantunque la giovane
    il cui plus grand bonheur est d’avoir
    un élastique à la culotte
    o questo genere numero 10 nel corpus barthesiano
    della moda che va incontro l’uno all’altro
    senza che la qualità del legno ponga
    il problema delle “primitive”
    in cui è possibile scomporre l’unità usuale
    in elementi più piccoli e questo significante
    minimo che è la Gigue ricopra due unità
    di senso come la primitiva temporale
    in cui è giusto che possa esserci un vestito
    per questo momento e che spingendo più in là
    questa frontiera merovingia tra l’orlo
    delle labbra e quello della gota
    questa felice ispezione le permetta di indicarci
    che le calze nell’edizione italiana abbiano
    all’indice dei termini di moda il numero 11
    della cappa che, pertanto, avrà il numero 12
    del cappello che avrà a sua volta il numero 13
    del cappuccio che avendo il numero 14
    della cintura questa farà clip al 15
    numero che essendo quello della pêche à quinze sous
    ci farà afferrare la Gigolette dalla cintura-corsetto
    per ispezionare con bonheur la sua frontiera
    merovingia
    V.S.GAUDIO, da: “La fille de mon peuple
    pêche à quinze sous
    e le mutande de Lol V. Stein”, copyright 2006.

  7. Rachel Price

    October 4, 2010 at 10:38 am

    Maria Sharapova’s legs are truly awesome and she also got a pretty face:`~

  8. v.s.gaudio

    October 10, 2010 at 10:20 am

    Il paradigma somatico di Maria Sharapova

    Il fattore oppositivo è quello della primarietà che, nel paradigma nervoso e sanguigno, c’è, e in quello sentimentale e passionale non c’è : come significante somatico, per l’effetto morfologico correlabile all’opposizione nervoso/sentimentale, avremmo un podice eccezionale per movimento e proporzione con un’allure ad alto potenziale emotivo; la tenerezza tutta egocentrica, quando il tratto primario è reso più curvo e soggettivo, rende l’assetto fisico allo stesso tempo più elastico, audace e inaccessibile.
    Gli epiteti, come archetipi, sono stati applicati sia all’assetto somatico che alla correlazione caratterologica relativa.
    Il suo corpo ha ottenuto questi epiteti oltre il tasso del 75%:
    elastico, inaccessibile, brusco, ottimista, inafferrabile, imperturbabile, tenero, presuntuoso; che sono epiteti connessi allo schema verbale Distinguere e Confondere, che operano nell’ambito della prima struttura schizomorfa(idealizzazione) e della seconda che è quella mistica(viscosità e realismo sensorio) mediante gli archetipi del chiaro, del calmo e del nascosto .
    La presenza di semi di tipo chiuso nel paradigma aggettivale(brusco, presuntuoso) fa sì che l’indicatore globale complessità(che ha il paradigma aperto) possa contenere sia aggettivi monosemici che polisemici .
    Quando prevale il fattore primario, il paradigma è più monosemico; viceversa, è più polisemico quando prevale il fattore secondario della risonanza emotiva: nel caso della nostra protagonista, l’elasticità primaria ha sia l’”ottimismo primario” che la “tenerezza secondaria”, sorta di “complessità” che finisce col rendere l’assetto psicosomatico sia “inaccessibile” che “imperturbabile”.
    Il paradigma somatico di Maria Sharapova è così che, considerato come assetto elastico( e quindi giovanile), si connette con gli altri epiteti:
    elastico “inaccessibile”; elastico “brusco”; elastico “ottimista”; elastico “inafferrabile”; elastico “imperturbabile”; elastico “tenero”; elastico “presuntuoso”.
    D’altronde, il visionatore(lo scrittore o il poeta che sia) coglie l’indifferenza e la tolleranza che attengono alla base “sanguigna” della gioventù che, essendo un carattere primario, ha sempre un che di fisico come innesco percettivo.
    Va da sé che il paradigma “elasticità brusca” ha le virtù chiuse, monosemiche, definite, dell’ iconicità pregnante o della pregnanza tesa, o contesa, tra primarietà e secondarietà. Gli altri aggettivi con paradigma più chiuso sono,per vari motivi: presuntuoso, inaccessibile, imperturbabile, inafferrabile, che hanno un carattere extraparadigmatico poco estensibile, più univoco.
    Ma l’ iconicità pregnante di Maria Sharapova ha un qualcosa di più di un semplice paradigma aperto, per contenere anche il paradigma chiuso in questo esserci che ha virtualizzato al massimo anche gli indicatori connotativi, ovvero la polisemia e la complessità: d’altra parte, la rifrazione secondaria attiene al corpo della figura e anche al carattere sentimentale(EnAS), e quindi agli epiteti “inaccessibile”, “affidabile”, “tollerante”, “tenero”, “impulsivo”.
    Così, quando i fattori primario e secondario collimano nell’immanenza somatica di Enrichetta, questa ha una complessità monosemica(è opportunista e cinica); una iconicità polisemica(impassibile,inaccessibile, intraprendente); una polisemia iconica(ottimista, esibizionista); una iconicità pregnante, “sentimentale”.
    M.S. è una sentimentale paraprimaria, nel senso che pur avendo una base primaria di tipo nervoso che ne potrebbe fare una “nervosa dissoluta”, se larga di coscienza, è invece una sentimentale chiusa, come se fosse una nervosa altera ma più “secondaria”: ha una certa rigidezza quasi militare, correttamente puntigliosa, con un forte sentimento di sé e del proprio merito. Una sentimentale infinitista, che non è tanto attratta dalla suggestività delle cose incompiute quanto dall’accrescimento della tensione, al punto che la complessità, come indicatore globale connotativo, abbia la definizione iconica e fisica della pregnanza.
    V.S.Gaudio

  9. dev

    January 10, 2011 at 12:13 am

    i like her always………………..

  10. lonly_angle

    January 24, 2011 at 6:10 am

    Maria Sharapova is the most baby face i have ever seen
    i hope for here very healthy life for ever

Leave a Reply

css.php